27 febbraio 2015

Design - Il cartone diventa filtro per l'aria e diffusore di fragranza !

NextMaterials nato come spin-off del Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali (Instm), fondato nel 2011 dalla volontà di alcuni docenti universitari ha lo scopo di favorire il trasferimento della ricerca al mondo della produzione, in pratica mira a trasferire gli studi universitari nell’industria.
Così dalle conoscenze e dalla creatività dei ricercatori prendono vita dei complementi d’arredo in cartone ondulato che combinano stile e praticità.
Per abbattere batteri e polveri sottili è stata creata una linea di filtri e depuratori con un design molto originale : diversi cactus -  agave, cuscino della suocera, fico d’india e saguaro - CactusNext, premiata all’ADI Design Index nel 2013.




Dopo il successo di CactusNext  si è voluto ampliare il mondo del cartone fondando il brand NextMade  con nuove collezioni in cui il protagonista indiscusso è sempre il cactus CactusScent ( diffusori di fragranze) e i complementi d’arredo tridimensionali CactusHome ( busti , statue) assemblati sempre in cartone.
Ogni pezzo viene montato manualmente facendo della qualità e dell’unicità, propri del Made in Italy, il proprio motto.

26 febbraio 2015

Design e Moda - Il marchio Unseen utilizza la chimica insieme alla sartoria per le sue creazioni!


Il fondatore del brand “The Unseen”  Lauren Bowker  in passato ha lavorato come consulente tessile in diversi campi, nel 2013, stanca di alterare le sue idee per soddisfare le esigenze aziendali, ha deciso di avventurarsi da sola con l’aiuto di un 25,000 sterline (38,000 dollari) sovvenzionate da Innovate UK ( conosciuto come Technology Strategy Board.
I suoi migliori amici Smith e Leask, hanno affiancato Lauren e sono responsabili della progettazione e dell’esecuzione dei pezzi scultorei  - abiti scultoree di pelle che  sono realizzate con un colorante che cambia colore a seconda dei diversi stimoli: l’attrito, la temperatura e l’umidità della stanza e l’intenso calore.




Il negozio del marchio Unseen a Londra somiglia ad un laboratorio di un alchimista, questo trio di stilisti londinesi  utilizza la chimica, la tecnologia digitale e la sartoria per creare un tipo di moda bizzarra e magica - la stanza odora di salvia bruciata e ci sono vecchi libri impilati su alti scaffali di legno.



Al centro ciò che colpisce l’attenzione è senza dubbio un abito finemente cucito dalle trame camaleontiche. Un copricapo ingioiellato con pietre di Swarovski cambia colore in base al calore generato dall'attività neurale di chi lo indossa, grazie a delle pietre iper-conduttive e da un inchiostro sensibile alla temperatura.
Unseen ha scatenato la curiosità di diversi settori, interessate a utilizzare la loro tecnologia del cambiamento di colore, e la squadra si prepara ad annunciare una capsule collection segretissima per un rivenditore di beni di fascia alta.

24 febbraio 2015

Moda - Confermato il trend delle scarpe ginniche per tutte le occasioni !

L'invito arriva direttamente dal New York Times che annuncia: è finita la tendenza delle scarpe ultrapiatte ora tocca alle scarpe da ginnastica ammortizzate.


La tendenza ormai è conclamata: 
nata sulle passerelle dell'Alta Moda e confermata dalle fashioniste , quello delle sneakers couture è un trend che non accenna a passare, anzi, sono molte le maison che le propongono per la nuova stagione con un design innovativo e una vastissima palette di colori con suole super ammortizzate !










Una delle mie preferite è sicuramente la Astro Running di Miu Miu, con la suola in gomma che richiama una creazione d'archivio e la tomaia in raso tecnico ricamato a mano con cristalli e paillette. Un importante dettaglio è Il collo della scarpa in neoprene che permette alle calzature un aderenza particolare con una grande sensazione di confort.








La storica InstaPump Fury della Reebok torna in versione sport-couture grazie al brand che ha istituzionalizzato lo stile boho.
In collaborazione con il marchio francese Sandro, 21 anni dopo ridisegna la InstaPump Fury, che cosi  torna protagonista grazie alla rivisitazione e unisce tanto design in due semplici "scarpe".


Suola squadrata  e scocca traforata come una spugna naturale- easy to wear e pronta ad alzare ancora di più l'asticella della sport-couture sia per donna che per uomo.





23 febbraio 2015

Design - Si monta in pochi minuti il tavolo da ping pong di cartone riciclato !

Vi arriva a casa in un comodo cartone con maniglia questo particolarissimo tavolo da ping pong, che può essere montato in pochi minuti  - si tratta di una struttura completamente in cartone grezzo con una misura di 163 per 90 per 77 cm di altezza. 



 Non si ha bisogno di alcun attrezzo per montarlo, perché l’idea  è sviluppata da stare in piedi solo per incastro, inoltre tutto il materiale e riciclato ( e riciclabile) e comprende 4 racchette e anche la rete di cartone; si gioca con delle palle soft di schiuma gialla.






Oltre essere un idea divertente per via del materiale inusuale, il gioco crea molto meno rumore a differenza del classico tavolo ping pong, è molto economico e se un giorno non serve più si ricicla come un cartone qualsiasi !



Potete trovarlo su Kickpack-shop.de a soli  59,90euro !

22 febbraio 2015

Design - Il designer italiano Luca Nichetto comprime un ambiente domestico in un cubo !


Presentato da Urban Capital all'Interior Design Show di Toronto a fine gennaio, "Cubitat" è un innovativo habitat modulare: progettato dal designer italiano Luca Nichetto, condensa sui lati di un enorme cubo tutte le funzioni primarie a cui un ambiente domestico deve assolvere.



Spesso ci si stringe in poche stanze, spesso un monolocale, razionalizzando scaffali e armadi con un’efficienza da far invidia a qualsiasi progettista del Bauhaus.

La citazione non è casuale, perché Cubitat fa tesoro dei fondamenti del movimento moderno: l’analisi dei bisogni come promessa al progetto, l’applicazione dei processi industriali al design d’interni.
La filosofia che il design deve semplificarci la vita e non complicarla e Cubitat propone di fare esattamente questo, condensando in un cubo-habitat, dalle misure 3 metri per 3, tutte le funzioni primarie a cui un ambiente domestico deve assolvere. Per lasciare spazio – il poco, prezioso spazio disponibile in un tipico appartamento di città – al comfort e al relax, o a qualunque altra necessità di vita dell’inquilino.




Cubitat non è una casa, ma si può definire come un’architettura nella casa - 
un misto di interior design e design di prodotto - su ogni lato di questo cubo è infatti installato un ambiente di servizio: bagno, cucina, camera da letto, guardaroba.


Il cubo è personalizzabile dal futuro utente, che può imprimere il proprio tocco (digitale) tramite un tool di progettazione online, prima di procedere all'ordine e farlo mettere in produzione.



20 febbraio 2015

Moda - Le ultime sneaker "All Star" sono vestite delle opere più famose della Pop Art !

Questa volta il brand Converse, famoso per le sue sneakers in tela, mette d’accordo gli amanti d’arte moderna e i fan delle scarpe ginniche.


Per il 2015 Converse ha scelto la Andy Warhol Foundation per creare un’intera collezione in edizione limitata di All Star vestite delle opere più famose della Pop Art.

Come Warhol, molti artisti della Pop Art sono pubblicitari, fumettisti, fotografi… ma Warhol ne è il protagonista indiscusso grazie a talenti molto commerciali: provocazione, abilità commerciale, capacità di vendersi.









Eclettico come pochi, Andy Warhol ha saputo sfruttare tutta la sua creatività, riempiendo gallerie d’arte prima di tutto di…barattoli di pelati le famose “Campbell’s Soup Cans”  - perché non sfoggiarli sull'iconica CT All Star ?


Da Febbraio la collezione è disponibile online sul sito di Converse e presso pochi selezionatissimi store di tutto il mondo!


19 febbraio 2015

Design - Il "Cooking Table " di Moritz Putzier diventa uno strumento di cottura flessibile !

Il paesaggio della cucina sta cambiando, e con questo, lo sono anche gli elettrodomestici e gli strumenti che stiamo usando per preparare, cucinare e servire il cibo. Esplorare la creatività e la comunicazione che va in realizzazione di un pasto, è stato il punto di partenza che Moritz Putzier prese nella realizzazione del suo particolare “tavolo di cucina”.
Piuttosto che mettere la sua attenzione sul cibo in sé, Putzier  ha pensato di trasformare l'esperienza di preparare e cucinare le pietanze in un esercizio di attività sociale.
Con lo sviluppo di questa postazione- cucina/tavolo il designer propone allo stesso tempo un mobile, un apparecchio di cottura e uno spazio sociale, mettendo in primo piano l'interazione flessibile tra queste funzioni .


Allontanando i due piani del tavolo si crea lo spazio per inserire i bruciatori all'interno di piccoli moduli che scorrono lungo un binario nascosto. Tali moduli possono essere spostati facilmente da un lato del tavolo all’altro. Così la stufa si trasforma in uno strumento di cottura flessibile che può essere adattato alle esigenze individuali in termini di posizione di cottura e di numero di fuochi. La base di ceramica che circonda il bruciatore a gas durante la cottura serve per l’isolamento termico.

Si aggiunge il cosiddetto “stoolbench” , una combinazione di uno sgabello alto e una panca sottile che serve per riposare. La geometria insolita ne permette un uso ludico così come di sedersi o appoggiarsi.

Infine completano il progetto un set di tre ciotole in ceramica di diverse dimensioni, quali possono servire per conservare Il cibo in preparazione, dopo la cottura e per servirlo. Il coperchio può essere usato anche come tagliere.

Il giovane talento Moritz Putzier con il suo progetto “Cooking Table” è anche il vincitore del Pure Talents Contest in occasione della Kölnmesse in collaborazione con German Design Council !
                                                                                             

18 febbraio 2015

Design - "Dancing Leaves”, ottocento foglie di platano in vetro sospese nella hall del Peninsula a Parigi !

 
Circa un anno fa nel mio blog si parlava di Lasvit, azienda ceca con sede a Praga e la sua grande tradizione del vetro soffiato della Boemia unito al design contemporaneo e in continua evoluzione.



Con il cuore nella Repubblica Ceca, il proprietario Jakimic vive a Hong Kong da dove muove nel mondo la sua Lasvit, l'azienda fondata nel 2007 (in ceco Laska/Amore e Svit/Luce = amore per la luce). Il nome è sintesi della passione, dell'approccio positivo del fondatore e, aggiunge, "dell'orgoglio nazionale".


Dai due emisferi Leon ha saputo promuovere al meglio e in tempi record la sua giovane azienda grazie dedizione e costante determinazione, avvalorati dall'alta qualità che la tradizione ceca sa garantire da oltre sette secoli di manifattura del vetro. In pochi anni l’azienda si è fatta conoscere a livello internazionale realizzando progetti  faraonici per preziosità e dimensione concepiti appositamente per hotel, case di moda e boutique.

Una delle ultime creazione le “ Dancing Leaves”, ottocento foglie di platano in vetro sospese a una trama di fili sottili, si possono ammirare nella magnifica lobby del Peninsula Paris, nuovo strepitoso hotel cinque stelle a un passo dall’Arc de Triomphe.




L’installazione, composta da foglie che sembrano prendere il volo trascinate da una leggera brezza è stata ideata dall’artista di Praga Ludek Hroch e soffiata a mano dai maestri della manifattura Lasvit!

17 febbraio 2015

Design - Bellissime immagini dei occhiali da sole di Karl Lagerfeld per Italia Independent !

Il marchio Italia Independent continua a crescere - il brand fondato da Lapo Elkann ha registrato un fatturato consolidato pari a 24,5 milioni di euro per il 2014, in crescita del 33% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

I soci fondatori di Italia Independent Group hanno infatti vinto il Premio EY L’Imprenditore dell’Anno 2014 nella categoria “Emerging “per essere riusciti in pochi anni a creare un’azienda di successo in una industria classica, attraverso la capacità di lavorare sull'unicità del prodotto e sulla promozione del bello come chiave di successo per il Made in Italy.


Questa volta, in collaborazione con Karl Lagerfeld annunciano 3 nuove varianti colorate dell’iconico modello di occhiali da sole KL003S per la primavera/estate 2015.
le immagini in bianco e nero sono scattate dallo stesso Lagerfeld, lasciando un focus sugli accessori, che sono gli unici elementi ad essere colorati nelle fotografie.





I tre occhiali fanno parte della capsule collection Karl Kolor che sarà disponibile al pubblico a partire dal 4 marzo  e comprende occhiali da sole di colore blu, rosa e verde, sulle cui aste campeggia il logo dedicato!

15 febbraio 2015

Architettura - La piscina Y-40 attraversata da un tunnel trasparente si trova in Italia ed è l'unica al mondo per le sue caratteristiche !

24 chilometri di cavi elettrici, un chilometro di impianto elettrico subacqueo, 100 punti di immissione dell’acqua, 65 sensori per misurare pressione, temperatura, livello e composizione chimica e una mattonella inventato dall'azienda Florim che poi l’ha messo sul mercato – tutto questo serviva a costruire la Y-40.


Il proprietario del Hotel Terme Millepini Emanuele Boaretto, manager e progettista insieme ad un gruppo di  esperti subacquei ha sviluppato un progetto per la piscina con profondità di 40 metri ad Abano Terme, vicino Padova – la più profonda al mondo !
La prima impressione che si ha entrandovi da turisti è già di puro stupore: tutto è stato disegnato e progettato per coinvolgere anche il pubblico degli spettatori che, ovunque s’intrattengano (bar, ristorante, ecc), vedono da grandi vetrate l’interno della vasca e possono osservare i sub che volteggiano come si fa con i pesci davanti ai maggiori acquari. 
Poi c’è il grande tunnel trasparente che attraversa la vasca principale da una parete all’altra ed è costruito a sbalzo nel vuoto, cioè completamente sott’acqua: chi vi passeggia prova la sensazione visiva di trovarsi letteralmente in mezzo ai subacquei.

























Sul fondo fra i 3 e i 12 metri ci sono perfino rocce simulate, col cemento trattato in modo da assomigliare a scoglio, e caverne e cunicoli percorribili per esercitazioni di speleologia sub, con dentro perfino alcune grandi pietre vere: gli interni di queste scogliere sono stati progettati da Gigi Casati, super esperto e nome indiscusso nella speleo sub a livello internazionale.
L’esterno della scogliera invece suggerisce discese e appostamenti di apneisti che possono simulare anche azioni di pesca subacquea, come l’aspetto, o l’agguato, e apprendere i fondamentali di queste tecniche, oppure anche affinare il gesto atletico che è alla base del miglioramento delle prestazioni nella pesca in apnea. E poi, naturalmente, c’è l’apneista puro, che qui può davvero sbizzarrirsi, compreso l’allenamento per ogni tipo di record…

L’acqua termale del sottosuolo esce a temperature altissime, di conseguenza questo impianto non ha bisogno di essere riscaldato per mantenere  la temperatura tra i 33-34 gradi in tutta la colonna d’acqua, inoltre avendo proprietà fisico-chimiche particolari, immergersi porta ad un gran senso di benessere…


13 febbraio 2015

Design - Ikea presenta una serie" Limited Edition"- una collaborazione con artigiani in Vietnam e Indonesia !

Il colosso svedese Ikea presenta un 2015 all'insegna dell’innovazione per quanto riguarda la proposta dei prodotti.

Questo brand conosciuto in tutto il mondo ha annunciato UN 2015 LIMITED EDITION , per tutto l'anno infatti l'assortimento dei prodotti Ikea è destinato a crescere con una periodicità regolare.

Piccole collezioni tematiche, limitate nella quantità e nel tempo e nuovi prodotti con caratteristiche più stagionali andranno piano piano ad affiancare il tradizionale catalogo.

In questo periodo possiamo già trovare NIPPRIG, una collezione a edizione limitata nata dalla collaborazione creativa tra Ikea e artigiani locali di Vietnam e Indonesia. Tutti gli oggetti sono realizzati con materiali naturali, come rattan e giacinto d’acqua, lavorati e intrecciati a mano secondo antiche tecniche artigianali.


La collezione è composta da sedute, tavolini, cuscini, tovagliette e tappetini, paralumi, appendiabiti, paraventi, ceste e contenitori di tante forme e dimensioni. Poi borse e cappelli.






















Ogni prodotto è un pezzo unico, l’azienda vuole abbracciare la filosofia del NATURALITÀ contro MODERNITÀ,  ogni articolo ha la sua piccola storia da raccontare….







12 febbraio 2015

Design - Il bracciale "Armida Touch" vi avvolge con il vostro profumo preferito !


San Valentino è alle porte e molti maschietti innamorati si trovano in difficoltà  - inizia la disastrosa caccia al regalo perfetto per la propria donna .

Un bel libro? Un completino sexy ? Un abbonamento in palestra? 
Tutte soluzioni molto gradevoli, ma vorrei proporvi un assoluta novità:










Un bracciale dal design hi-tech, che unisce l'utile al dilettevole. È prodotto in Italia e realizzato principalmente con una resina DuPont che lo rende resistente, leggero e anallergico e nella parte centrale, nasconde un piccolo serbatoio da riempire con la fragranza preferita, senza alterarne la composizione.




Il braccialetto Armida Touch è disponibile in 6 diversi colori con cromatura oro o argento e si ricarica in modo facile e intuitivo.




Si tratta di un nuovo gioiello utile per tutte quelle donne che, trascorrendo intere giornate fuori casa, vogliono sentirsi  fresche ed essere avvolte da un leggero velo di fragranza.


Per acquistare questo bracciale  vi consiglio e-commerce www.armidatouch.com ( il costo è di 48,80 euro,)

08 febbraio 2015

Design e Moda - Attenti a non calpestare i tombini decorati dai stilisti della moda italiana !

 Attenti dove mettete i piedi, potreste calpestare un Versace, un Missoni, un Etro e così via..
Non abiti, ma tombini trasformati in opere d'arte su ghisa .
24 marchi della moda italiana customizzano altrettanti tombini per la mostra "Sopra il Sotto - Tombini Art " raccontano Milano, la città cablata.
Tra via Sant Andrea e Via Monte Napoleone, dal 24 febbraio per tutto l'anno 2015  converrà abbassare lo sguardo per ammirare queste opere ideati da vari stilisti italiani ed alcuni ragazzi dell'istituto Marangoni.

Il progetto è una collaborazione di Metroweb e la Camera Nazionale della Moda con l'accordo che al termine i lavori saranno battuti all'asta da Christie's e il ricavato devoluto in beneficenza a favore dell'organnizzazione No Profit "Oxfam Italia" .



07 febbraio 2015

Moda - Karl Lagerfeld estende il mondo dell'haute couture alle calzature commerciali del brand Melissa !

Il noto  brand, che utilizza il materiale particolare come PVC per le sue calzature, Melissa è conosciuto  per le sue collaborazioni con stilisti diversi ; questa è la terza volta , che un grande personaggio della moda come Karl Lagerfeld , direttore creativo di Chanel dal 1983,  firma una collezione speciale per il marchio brasiliano.



















E’ una delle collaborazioni più eccitanti che abbiamo mai avuto” – afferma Paulo Pedò, CEO di Melissa – “Karl Lagerfeld è uno dei designer icona del 21esimo secolo e ha deciso di estendere il suo regno nel mondo di Melissa con una collezione che va a colmare il divario tra l’haute couture e la moda più commerciale.”
Lo stilista ha scelto due elementi decorativi ricorrenti nel suo stile: le perle, come classico ornamento femminile, e l'ormai celebre gatta del couturier, Choupette, qui in versione fashion.
Melissa Ultragirl è la ballerina ispirata alla gattina del designer, con un musetto felino sulla parte frontale della scarpa.







Le classiche peep toe, le Melissa Pearl, sono rivisitate con un'apertura geometrica sul davanti e il tacco che ricorda un filo di perle.









Melissa Upside Down Heel con un tacco al contrario, sottile in alto e più spesso alla base, è il sandalo con fibbia delicata posta sulla parte frontale.










Melissa è una marchio icona che negli anni ha prodotto e distribuito oltre 60 milioni di calzature. Nata nel 1971, l’azienda brasiliana si distingue per un’attenzione particolare alla eco- sostenibilità oltre alla creatività.


06 febbraio 2015

Architettura - "LoftCube" posizionato sul tetto del Hotel Daniel a Graz offre una vista mozzafiato su tutta la città !

Avete in programma di passare qualche giorno in Austria, per la precisione a Graz, una città  molto affascinante, che mi è anche molto cara – ecco un suggerimento dove soggiornare in un o spazio da vero suggestivo.  


Il LoftCube,  posizionato sul tetto dell'Hotel Daniel nella città di Graz, che è stato ideato dallo Studio di architettura Aisslinger, offre sicuramente una vista stupenda su tutta la città.
Installato con una gru, l'attico prefabbricato svetta a 24 metri da terra offrendo una vista a 360 gradi e in particolar modo sulla Torre dell'orologio- la collina del  Schlossberg.




LoftCube è una capsula di 44 metri quadri con finestre a tutta altezza e frangisole in legno. È dotata di ogni confort, tra cui un letto disegnato su misura, home theatre, lampada Arco dei fratelli Castiglioni, poltrone relax di Charles Eames, bagno con serra integrata e naturalmente una superficie outdoor  attrezzata .
















È un sistema semplice e razionale, sfruttare gli ambienti verticalmente per ricavare nuovi spazi abitabili.

Ci aveva già pensato lo studio di architettura milanese Park Associati firmando The Cube:
ristorante itinerante voluto da Electrolux che ha sostato su importanti edifici europei: l'Arco di Trionfo nel Parco del Cinquantenario a Bruxelles, la Galleria Vittorio Emanuele in piazza Duomo a Milano, l'Opera reale svedese a Stoccolma e il Royal Festival Hall a Londra.






05 febbraio 2015

Architettura - In Trentino una struttura "Igloo" diventa la prima biblioteca pubblica sulle piste da sci !

Un iniziativa originale è nata  dalla collaborazione della biblioteca intercomunale dell’Altopiano della Paganella e della società degli impianti di salita della Valle Bianca - 
il “Biblioigloo” -  la prima biblioteca pubblica sulle piste di sci, a 1335 metri di quota.
Non solo una novità assoluta in Trentino Alto Adige, ma anche  in Italia e in Europa.

Tutti i servizi offerti da questa biblioteca in mezza alle pista da sci  sono gratuiti, ad eccezione dei laboratori artistici per i più piccoli, realizzati da Fabrizia Maines.

Nell’igloo sono a disposizione libri, riviste in italiano e lingue straniere, dvd, postazione internet.

In più si offre una  la biblioteca digitale, con un’edicola digitale che permette di consultare on line circa 2.000 tra periodici e quotidiani mondiali.
Naturalmente l’avveniristico igloo è dotato di tutti i confort, offre un ambiente ben riscaldato, collegamento Wi-Fi, dispone anche di una piccola zona gioco, oltre allo spazio lettura e relax.



L’ingresso all'Igloo è libero, gratuito ed è raggiungibile comodamente anche dai non sciatori con la telecabina Laghet-Gaggia – da vero un idea geniale !